venerdì 31 maggio 2013

"Morirete tutti": il DISCORSO di JOSS WHEDON ai neolaureati

L’amatissimo autore televisivo Joss Whedon (Buffy, Angel, Firely…), classe 1987, ha ricevuto una laurea honoris causa dalla Wesleyan University ed è stato chiamato a tenere il tradizionale discorso ai neo-laureati in occasione delle cerimonia di consegna dell’attestato, noto negli Stati Uniti come commencement speech. Lo trovate sotto nel video di YouTube che lo riporta, seguito dalla mia traduzione della trascrizione. In originale la trovate qui (ad esclusione del piccolo passaggio quando si toglie il copricapo, che c’è nel video e ho perciò anche se non c’era l’ho aggiunto io nella versione italiana).  
Mi fa piacere farne un post perché trovo sia stato davvero un gran discorso, un discorso socratico in un certo qual modo, e un discorso in cui mi ritrovo molto. Lo condivido in ogni passaggio. E, forse è anche un po’ assurdo, ma sentirlo in queste occasioni mi rende fiera una volta in più di essere una sua fan.




Discorso per la cerimonia di laurea – sta andando bene – sta andando bene. Grazie Jeanine per… avermelo fatto fare.

Sarà grande. Sarà un buon discorso. Andrà veramente bene.

“Due strade divergevano in un bosco”, e… no. Non sono così pigro.

In effetti sono stato presente a molte lauree. Quando sedevo dove oggi sedete voi, la persona chiamata a parlare era Bill Cosby – il comico Billy Cosby, è stato molto divertente ed è stato molto breve, e lo ho ringraziato per questo. Ci ha lasciato un messaggio che ho veramente portato con me, e che molti di noi non hanno mai dimenticato, sul cambiare il mondo. Ha detto, “non cambierete il mondo, perciò non ci provate”.

Questo è stato quanto. Non se lo è affatto rimangiato. E poi si è lamentato di dover comprare alla figlia una macchina e ce ne siamo andati. Ricordo di aver pensato, “Penso di poter fare meglio. Penso di poter essere un po’ più di ispirazione di così”.

E così, quello che vorrei dire a tutti voi è che morirete tutti.

Questo è un buon discorso per la cerimonia di laurea perché credo che da qui si possa solo migliorare. Può solo andar meglio, per cui va bene. Non può essere più deprimente. Avete, nei fatti, già cominciato a morire. Avete un bell’aspetto. Non capitemi male. Siete giovani e belli. Siete al picco fisico. I vostri corpi sono appena tornati dai campi di sci al vertice della crescita e del potenziale e ora arriva la gigantesca discesa di livello “Black Diamond” fino alla tomba. E la cosa bizzarra è che il vostro corpo vuole morire. A livello cellulare, questo è quello che vuole. E questo probabilmente non è quello che volete voi. 

Mi trovo davanti a molta grandiosa e meritevole ambizione da questo corpo studentesco. Volete essere politici, lavoratori nel sociale. Volete essere artisti. L’ambizione del vostro corpo: pacciame. Il vostro corpo vuole fare dei bambini e poi andarsene nel terreno a fare da fertilizzante. Tutto qui.  Questo sembra un po’ una contraddizione. Non sembra giusto. Tanto per cominciare, vi stiamo dicendo “andate fuori nel mondo!” proprio quando il vostro corpo sta dicendo, “Hey, rallentiamo un momento. Buttiamolo giù”.   

Ed è una contraddizione. Questo è proprio quello di cui vi vorrei parlare. La contraddizione fra il vostro corpo e la vostra mente, fra la vostra mente e se stessa. Penso che queste contraddizioni e queste tensioni siano il più grande dono che abbiamo, e spero di riuscire a spiegarlo.

Ma prima lasciatemi parlare della contraddizione, sto parando di qualcosa che è una costante nelle vostre vite e nella vostra identità, non solo nei vostri corpi, ma nelle vostre menti, in un modo in cui potete o forse non potete riconoscervi.

Diciamo, ipoteticamente, che due strade divergano in un bosco e voi prendiate il percorso meno battuto. Una parte di voi dirà, “Guarda quel sentiero! Laggiù è molto meglio. Ci viaggiano tutti. È asfaltato e in pratica c’è uno Starbucks ogni 40 kilometri Non va bene. In questo, ci sono le ortiche e il corpo di Robert Frost – qualcuno avrebbe dovuto spostarlo – e lo senti strano. E non solo la tua mente te lo dice, è sull’altro percorso, si comporta come se fosse sull’altro percorso. Sta facendo l’opposto di quello che stai facendo tu. E per l’intera vita, farai, ad un certo livello, l’opposto – non solo di quello che stavi facendo – ma di quello che pensi di star facendo. E quello che devi fare è onorarlo, capirlo, portarlo alla luce, ascoltare quest’altra voce.

[Si interrompe, facendo riferimento al tocco che ha in testa ] OK, lo tolgo, altrimenti finisce che viene via in modo drammatico al momento sbagliato. Lo so, ho lavorato molto per sistemarmi questi capelli, per cui dovevo tirarli fuori e mostrarli. [Riprende il discorso]

Avete, cosa rara, quella capacità e responsabilità di ascoltare il dissenso in voi stessi, di dargli almeno la parola, perché è la chiave – non solo per la consapevolezza – ma per la vera crescita. Accettare la dualità è guadagnare identità. E l’identità è qualcosa che ti guadagni in modo costante. Non è solo chi sei. È un processo in cui devi essere attivo. Non è solo fare il pappagallo dei tuoi genitori o dei pensieri dei tuoi colti insegnanti. Ora come non mai è comprendere te stesso in modo da poter diventare te stesso.

Parlo di questa contraddizione, e di questa tensione, e ci sono due cose che voglio dire al riguardo. Uno, non va mai via. E se pensate che realizzare qualcosa, se pensate che risolvere qualcosa, se pensate che una carriera o una relazione acquietino quella voce, non lo faranno.  Se pensate che la felicità sia la pace totale, non sarete mai felici. La pace viene dall’accettare la parte di voi che non sarà mai in pace. Sarà sempre in conflitto. Se lo accettate, tutto migliora molto.

L’altra ragione è perché state stabilendo le vostre identità e le cose in cui credete, avete bisogno di demolirvi nella discussione con voi stessi, perché qualcun altro lo farà. Qualcun altro verrà da voi, e qualunque sia quello in cui credete, la vostra idea, la vostra ambizione, qualcuno la metterà in dubbio. E almeno che non lo abbiate fatto voi per primi, non sarete in grado di replicare, e non sarete in grado di mantenere la vostra posizione.  Se non mi credete, provate a stare in piedi su una gamba sola. Avete bisogno di vedere entrambe le prospettive.

Ora, se lo fate, questo significa che potrete cambiare il mondo? Beh, ora ci arrivo, per cui rilassatevi. Tutto ciò che posso dire riguardo a questo è che possiamo essere tutti d’accordo che al mondo non guasterebbe un po’ di cambiamento. Non so se i vostri genitori ve lo hanno insegnato ma… lo abbiamo guastato. Mi dispiace… è un po’ un casino. È dura uscire là fuori. Ed è un momento strano per il nostro Paese.

La cosa del nostro Paese è che – oh, è bello, mi piace – è che non va forte in contraddizione e ambiguità. Non va forte in questo genere di cose. Gli piace che le cose siano semplici, gli piace che le cose siano incasellate – buono o cattivo, nero o bianco, blu o rosso. E noi non siamo così. Siamo più interessanti di così. E nel modo in cui andiamo nel mondo, capire è avere queste contraddizioni in noi stessi e vederle in altre persone e non giudicarle per questo. Sapere questo, in un mondo dove il dibattito è in un certo modo entrato in disuso per lasciare il posto alle urla e al bullismo, sapere che la cosa migliore non è solo l’idea di dibattito onesto, la cosa migliore è perdere il dibattito, perché significa che hai imparato qualcosa e hai cambiato la tua posizione. Il solo modo per capire veramente la propria posizione e il suo valore è capirne l’opposto. Questo non significa il tipo pazzo alla radio che sputa odio, significa le dignitose verità umane di tutte quelle persone che sentono la necessità di ascoltare quell’uomo. Siete connessi a quelle persone. Loro sono connesse a lui. Non potete scamparne.

Questa connessione è parte della contraddizione. È la tensione di cui stavo parlando.  Questa tensione non è fra due poli opposti, riguarda la linea fra loro, e viene tirata da loro. Dobbiamo riconoscere e onorare quella tensione, e la connessione di cui quella tensione è parte. La nostra connessione non è solo alle persone che amiamo, ma a tutti, incluse le persone che non sopportiamo e che non desidereremmo vicine. La connessione che abbiamo è parte di ciò che ci definisce ad un livello così basilare.

La libertà non è libertà dalla connessione. Gli omicidi seriali sono libertà dalla connessione. Certe grandi compagnie di investimento hanno instaurato libertà dalla connessione. Ma noi come persone non lo facciamo mai, e si suppone che non lo facciamo, e non dovremmo volerlo. Siamo individui, ovviamente, ma siamo più di questo.

Perciò questa è la cosa rispetto al cambiare il mondo. Viene fuori che non è nemmeno la questione, perché non avete scelta. Cambierete il mondo, perché questo è ciò che il mondo in effetti è. Non attraversate questa vita, lei vi attraversa. Ne fate esperienza, la interpretate, agite, e poi è diversa. Questo accade costantemente. State cambiando il mondo. Lo avete sempre fatto, e ora, diventa reale ad un livello in cui non lo era prima.

E questo è il motivo per cui ho solo parlato di voi e della tensione in voi, perché siete -non in un senso da cliché, ma in un senso bizzarramente letterale – il futuro.  Dopo che siete saliti qui sopra [a ritirare la laurea, ndt] e ve ne tornate giù, sarete il presente. Sarete il mondo guasto e l’azione per cambiarlo, in un modo in cui non siete stati prima. Sarete così tante cose, e la cosa principale che avrei voluto sapere e che voglio dirvi è, non siate solo voi stessi, Siate tutti i voi stessi. Non vivete soltanto. Siate quell’altra cosa, connessa alla morte. Siate la vita. Vivete tutta la vostra vita. Capitela, vedetela, apprezzatela. E divertitevi.

Grazie.   

giovedì 30 maggio 2013

UPFRONTS 2013-2014 - CBS: RECKLESS


Ambientato a Cherleston, in South Carolina, Reckless è un drama legale che racconta di due avvocati, uno/a del sud, l’altro/a del nord, Roy (Cam Gigandet) e Jamie (Anna Wood), che trovano difficile nascondere la forte attrazione reciproca, ma che si trovano su fronti opposti di uno scandalo sessuale che coinvolge la polizia. Nel cast ci sono anche Michael Gladis (Holland Knox), Georgina Haig (Lee Anne), Gregory Harrison (Dec), Shawn Hatosy (Trey), Adam Rodriguez (Preston) e Kim Wayans (Vi).   

Il debutto è previsto in mid-season, e ancora le notizie sono poche. La serie, in ogni caso, è scritta da Dana Stevens.

mercoledì 29 maggio 2013

La tavola rotonda degli Emmy di THR: le attrici drammatiche

 
Come in passato, segnalo la tavola rotonda fatta da The Hollywood Reporter alle attrici “in odore di Emmy”. Sono Anna Gunn (Breaking Bad), Kerry Washington (Scandal), Monica Potter (Parenthood), Elisabeth Moss (Mad Men), Kate Mara (House of Cards) e Connie Britton (Nashville).

UPFRONTS 2013-2014 - CBS: INTELLIGENCE

 
Intelligence è un thriller  procedurale in cui Josh Holloway (Sawyer di Lost) interpreta Gabriel, un agente a cui è stato installato un microchip nel cervello, che gli permette di essere in costante contatto con i dati del web, del telefono, del satellite. Lavora per una agenzia governativa di cyber-sicurezza d’elite che gli è di supporto, comandata dall’efficiente e diretta direttrice Lillian Strand (Marg Helgenberger, CSI). Ad affiancarlo per proteggerlo da minacce esterne e per tenere sotto controllo il suo imprevedibile e a volte avventato comportamento viene assegnata un’agente dei Servizi Segreti, Riley Neal (Meghan Ory, Once Upon a Time). Fanno  parte del team anche Chris Jameson (Michael Rady) e Gonzalo “Gonzo” Rodriguez (James Martinez), due investigatori federali. Il microchip è stato ideato dal dottor Shenendoah Cassidy (John Billingsley, The Nine; Star Trek: Enterprise), il cui figlio, Nelson, è geloso del ruolo di Gabriel nella vita del padre.

La serie, descritta dalla Helgenberger come un incrocio fra James Bond, Frankenstein e Mission Impossible, è scritta da Michael Zeitzman e basata su un romanzo non pubblicato di John Dixon intitolato Dissident.
Sotto, il dietro le quinte.


martedì 28 maggio 2013

UPFRONTS 2013-2014 - CBS: HOSTAGES


Hostages è un thriller pieno di colpi di scena in cui una famiglia viene presa in ostaggio nella sua stessa casa. Una chirurga, Ellen Sanders (Toni Collette, United States of Tara) - e con lei il marito Brian (Tate Donovan, The O.C.), la figlia Morgan (Quinn Shephard) e il figlio Jake (Mateus Ward) - si ritrova nel mezzo di una grande cospirazione politica nel momento in cui viene scelta per operare sul presidente degli Stati Uniti, il presidente Kincaid (James Naughton): le viene infatti intimato di ucciderlo se vuole salvare la sua famiglia. A tenerli in ostaggio è un manipolo di uomini a capo dei quali c’è un agente dell’FBI, Duncan Carlisle (Dylan McDermott, American Horror Story),  e formato da suo cognato Kramer Delaney (Rhys Coiro), Archer Petit (Billy Brown), un ex-militare dalla lingua affilata, e Sandrine Gonzales (Sandrine Holt), un rimpiazzo dell’ultimo momento.

Questo drama, dallo sceneggiatore-regista Jeffrey Nachmanoff, ha come produttore esecutivo Jerry Bruckheimer. È basato su un format israeliano.

Sotto, il dietro le quinte.

 

lunedì 27 maggio 2013

UPFRONTS 2013-2014 - ABC: TROPHY WIFE


In Trophy Wife, Kate (Malin Akerman, Suburgatory) è un ex-ragazza festaiola che diventa la terza moglie di Pete (Bradley Whitford, The West Wing) e si ritrova con una famiglia istantanea fatta di tre figliastri e due ex-mogli, che ancora ruotano intorno alla vita del marito. Diane (Marcia Gay Harden, Oscar per Pollock, The Education of Max Bickford), la prima ex-moglie, è un medico madre di due gemelli teen-ager, Hillary (Gianna LePera) e Warren (Ryan Scott Lee), subito pronta a criticare il lato materno appena nato di Kate. Jackie (Michaela Watkins) è la seconda ex-moglie dall’aria vagamente new-age, che è madre del figlio adottivo Bert (Albert Tsai). Kate deve gestire tutto e trova supporto nella sua migliore amica Meg (Natalie Morales) una single con meno esperienza di lei quando si tratta di crescere una famiglia.

È una commedia single-camera scritta da Emily Halpern e Sarah Haskins.


UPFRONTS 2013-2014 - ABC: THE GOLDBERGS

 
Siamo negli anni ’80 e The Goldbergs sono una famiglia come tante, solo forse un po’ più casinista: c’è la iperprotettiva mamma Beverly (Wendi McClendon-Covey) che comanda su tutti e non ha senso della privacy; papà Murrey (Jeff Garlin, Curb your Enthusiasm) un po’ rude e facile a scaldarsi, ma che cerca di non alzare la voce; Erica (Hayley Orrantia) la diciassettenne bella e una che non si fa prendere in giro; Barry (Troy Gentile), sedicenne con la classica sindrome del figlio di mezzo; e Adam (Sean Giambrone), ragazzino undicenne futuro regista che sin d’ora riprende tutto con la sua videocamera, compreso il nonno Al “Pops” Solomon (George Segal), un vecchio dongiovanni che cerca di insegnare l’amore al nipotino.  

È una commedia single-camera scritta da Adam F. Goldberg (Breaking in).
Sotto, il trailer.


UPFRONTS 2013-2014 - ABC: BACK IN THE GAME


In Back in the Game, Terry Gannon jr (Maggie Lawson, Psych)  è una madre single con un passato da giocatrice di softball che va a vivere con il figlio Danny (Griffin Gluck) a casa del padre Terry Sr (James Caan, Las Vegas), conosciuto come “The Cannon”, un ex-atleta che non è mai riuscito a sfondare come professionista. Danny vorrebbe tanto giocare a baseball, anche se è una schiappa, così, visto che un facoltoso vicino si offre di finanziare una squadra di bambini respinti perché altrettanto negati nello sport, lei decide di diventare la loro allenatrice.  Nel cast ci sono anche Lenora Crichlow (Gigi), Ben Koldyke (Dick), Kennedy Waite (Vanessa), J.J. Totah (Jessie) e Cooper Roth (David).  

Si tratta di una commedia single-camera scritta da Mark e Robb Cullen (Las Vegas).


UPFRONTS 2013-2014 - ABC: MIXOLOGY

Mixology segue un gruppo di 10 perone single in cerca d’amore nel corso di una notte in un bar trendy di Manhattan. Tom (Black Lee, Parks and Recreation) è stato da poco mollato dalla sua ragazza e i suoi amici, Cal (Craig Frank), sicuro di sé, e Bruce (Andrew Santino), dalla parlantina facile, cercano di fargli conoscere qualche nuova ragazza. Il primo incontro è con Maya (Ginger Gonzaga), un’avvocatessa bella quanto brutale. Al locale ci sono anche Liv (Kate Simses), amica di Maya; Jessica (Alexis Carra), un’aggressiva madre single e Janey (Sarah Bolger), la sua ingenua sorella minore; Kacey (Vanessa Lengies, Glee, American Dreams), l’effervescente cameriera del locale; il misterioso barista Dominic (Adan Canto); e il fallito imprenditore del web Ron (Adam Campbell) che sta trascorrendo la peggior nottata della sua vita.
È una commedia single-camera scritta da Jon Lucas e Scott Moore (The Hangover), anche produttori esecutivi insieme, fra gli altri, a Ryan Seacrest. Il pilot  ha la regia di Larry Charles (Seinfeld, Entourage, Borat).
Sotto, il trailer.  

domenica 26 maggio 2013

UPFRONTS 2013-2014 - ABC: SUPER FUN NIGHT

 
In Super Fun Night tre amiche, Kimmie (Rebel Wilson), Helen-Alice (Liza Lapira) e Marika (Lauren Ash), sono abituate ormai da 13 anni a trascorrere sempre insieme il venerdì sera. Kimmie però, che è un’avvocato, viene promossa sul lavoro e non solo ora può lavorare con il suo idolo, Felicity Vanderstone (Kelen Coleman), che le dice che è bene che lei si crei dei contatti, ma incontra anche un affascinante collega inglese, Richard Lovell (Kevin Bishop) che la invita a party alla moda. La soluzione è portarsi dietro le amiche.   
La serie è scritta da Rebel Wilson, che oltre ad essere attrice nella serie è una delle produttrici esecutive, insieme anche a Conan O’Brien.
Sotto, il trailer.

UPFRONTS 2013-2014 - ABC: KILLER WOMEN

 
In Killer Women, Molly Parker (Tricia Helfer, Battlestar Galactica) è la sola donna di una squadra d’elite dei Texas Rangers, circondata da colleghi che, pur coprendole le spalle, desiderano vederla fallire, come li tenente Esteban Salazar (Vic Trevino) o il comandante Luis Zea (Alex Fernandez).  La sua missione è trovare la verità e assicurarsi che giustizia sia fatta. Molly è sul punto di avere un divorzio da Jake (Jeffrey Nordling), ma intanto frequenta l’agente della DEA Dan Winston (Marc Blucas, Buffy), e nella sua vita ci sono anche il fratello Billy (Michael Trucco) e sua moglie Nessa (Marta Milans).
Basato su una serie argentina questo mystery drama, scritto da Hannah Shakespeare, ha fra i produttori esecutivi  Sofia Vergara (Modern Family).
Sotto, il trailer.

UPFRONTS 2013-2014 - ABC: BETRAYAL

 
In Betrayal, la forte attrazione fra la fotografa Sara Hadley (Hannah Ware, Boss) e l’avvocato Jack McAllister (Stuart Townsend) li porta ad avere una relazione extraconiugale, ma questo ha conseguenze più complicate di quello che potevano prevedere. Il marito di Sara infatti, Drew (Chris Johnson, The Vampire Diaries), è un pubblico ministero con ambizioni politiche. Jack è sposato con Elaine (Wendy Moniz, Sentieri), la figlia del suo capo, Thacher Karsten (James Cromwell, American Horror Story). Il cognato di Karsten, Lou, viene ucciso, e tutte le prove indicano che a commettere il crimine sia stato TJ (Henry Thomas), figlio di Karsten. Jack dovrà difenderlo, mentre Drew cerca di ottenere una condann. I due amanti si trovano così sul versante opposto nelle investigazioni sull’omicidio.  Nel cast ci sono anche Elizabeth McLaughlin (Val) e Braeden Lamasters (Vic).
La serie è scritta da David Zabel (ER), pure fra i produttori esecutivi, ed è basata su un drama olandese.
Sotto, il trailer.

sabato 25 maggio 2013

UPFRONTS 2013-2014 - ABC: LUCKY 7

 

In Lucky 7, le vite di sette persone che lavorano in una stazione di servizio ad Astoria, nel Queens, cambiano di colpo quando vincono alla lotteria. Il denaro potrebbe fare la differenza per ciascuno di loro: Matt (Matt Long, Private Practice) può ora sostenere la sua ragazza e i due figli e trasferirsi dalla casa di sua madre; il fratello di Matt, Micky (Stephen Louis Grush) può pagare debiti pericolosi; Samira (Summer Michil), figlia di immigrati Pakistani, può permettersi di andare alla prestigiosa scuola Julliard; la cassiera Denise (Lorraine Bruce) può concentrarsi sul suo matrimonio in crisi; Leanne (Anastasia Phillips) può aiutare la figlia a realizzare i suoi sogni; Bob (Isiah Whitlock, Jr, The Wire), il manager del negozio, può finalmente andare in pensione; Antonio (Luis Antonio Ramos) può dare alla moglie e i suoi figli una vita diversa.

Scritta da David Zabel (ER), la serie ha fra i produttori esecutivi Steven Spielberg.

Sotto, il trailer.


venerdì 24 maggio 2013

UPFRONTS 2013-2014 - ABC: RESURRECTION

 
Resurrection è un drama sovrannaturale ambientato ad Arcadia, una cittadina del Missouri dove all’improvviso gli abitanti vedono tornare persone amate morte da tempo. Un bambino americano di 8 anni che si fa chiamare Jacob (Landon Gimenez) si risveglia da solo in Cina senza sapere come sia arrivato lì. Quando un agente dell’immigrazione, Martin Bellamy (Omar Epps, House), lo riporta in quella che dice di essere la sua casa, riconosce come suoi genitori gli anziani che vi abitano, Harold (Kurtwood Smith, That 70 Show) e Lucille Garland (Frances Fisher), una coppia che ha perso il figlio Jacob 30 anni prima. Nessuno se lo spiega, ma il bimbo sa cose che solo il vero Jacob potrebbe sapere. Tutti cercano di scoprire il mistero, compreso lo sceriffo Fred Garland (Matt Craven), la cui moglie era annegata per cercare di salvare il piccolo, e la figlia di Fred, Gail (Devin Kelly). Nel cast ci sono anche Sam Hazeldine (Abel), Samaire Armstrong (Elaine), Nicholas Gonzales (Connor) e Mark Hildreth (Tom).
Scritta da Aaron Zelman (Damages, The Killing) e basata su un romanzo di Jason Mott, questa serie era inizialmente conosciuta con il titolo di The Returned.
Sotto, il trailer.


UPFRONTS 2013-2014 - ABC: MIND GAMES

 
In Mind Games, Clark (Steve Zahan, Treme), un esperto mondiale nel campo del comportamento umano con problemi di disturbo bipolare, e Ross (Christian Slater), un imbroglione che ha trascorso del tempo in galera, sono due fratelli che hanno un’agenzia che risolve i problemi dei clienti utilizzando la manipolazione psicologica: sulla base delle più avanzate ricerche in questo campo mettono in atto dei pieni per influenzare le situazioni e, mettendo insieme le proprie competenze a abilità, offrono ai propri clienti “un’alternativa al fato”. Nel cast si sono anche Megalyn Echikunwoke (Megan), Cedric Sanders (Latrell), Gregory Marcel (Miles) e Wynn Everett (Claire).
La serie, è scritta da Kyle Killen (Awake), anche produttore esecutivo.


UPFRONTS 2013-2014 - ABC: ONCE UPON A TIME IN WONDERLAND

 
Once Upon a Time in Wonderland è ambientato nell’Inghilterra vittoriana. La giovane Alice (Sophie Lowe) racconta di una terra misteriosa che esiste al di là della tana di un coniglio, dove ci sono un gatto invisibile, un millepiedi che fuma e carte da gioco che parlano. I medici credono che abbia qualche problema mentale e vogliono curarla con un trattamento che le faccia dimenticare tutto. Lei sa che quel mondo è reale però, così come il suo amore per Cyrus (Peter Gadiot), un genio che ha perso per sempre. A salvarla e a portarla nella dimensione del Paese delle Meraviglie ci pensano il sardonico Fante di Cuori (Michael Socha) e l’irreprensibile Biaconiglio (John Lithgow). La regina di cuori è interpretata da Emma Rigby.

La serie è lo spin-off di Once Upon a Time ed è scritta da Edward Kitsis e Adam Horowitz (Once Upon a Time) che figurano pure fra i produttori esecutivi.

Sotto, il trailer.  
 

giovedì 23 maggio 2013

UPFRONTS 2013-2014 - ABC: MARVEL'S AGENTS OF S.H.I.E.L.D.

 
In Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D, l’agente Phil Coulson (Clark Gregg) mette insieme un gruppo di agenti altamente selezionati per lavorare nell’organizzazione nota come S.H.I.E.L.D (SCUDO), sigla che sta per Strategic Homeland Intervention Enforcement and Logistic Division, ovvero Divisione Strategica Nazionale Logistica di Intervento e Polizia, nata per investigare “il nuovo, lo strano, e lo sconosciuto nel globo, proteggendo l’ordinario dallo straordinario”, come dice il sito ufficiale.
Fanno parte del suo team gli agenti: Grant Ward (Brett Dalton), abile nel combattimento e nello spionaggio; Melinda May (Ming-Na Wen), pilota esperta nelle arti marziali; Leo Fotz (Iain De Caestecker), un brillante ingegnere; Jemma Simmons (Elizabeth Henstridge), una geniale bio-chimica. A loro si unisce anche una hacker, Skye (Chloe Bennet).
Della serie non si sa ancora molto, ma è una delle più attese della stagione avendo alle spalle niente meno che Joss Whedon (Buffy, Angel, Firefly…) che ha co-scritto il pilot insieme a Jed Wehdon e Maurissa Tancharoen. È la prima serie TV della Marvel.


CRITICS' CHOICE TELEVISION AWARDS 2013: le nomination


 
Sono uscite le nomination per la terza edizione dei Critics’ Choice Television Awards, dati dalla Broadcast Television Journalists Association (BTJA), l’associazione dei giornalisti che lavorano in televisione, e consegnati in una cerimonia che si terrà il 10 giugno e che per la prima volta verrà trasmessa live sul web su UStream:    http://www.ustream.tv/channel/critics-choice-television-awards. A presentarli sarà Rerra (Donna Meagle in Parks and Recreation).

Il canale con più programmi che hanno ricevuto un nomination è la HBO, mentre le serie più nominate sono The Big Bang Theory e American Horror Story: Asylum, a par merito con 6 nomination ciascuna.  Sotto, i nominati, così come indicati dal sito ufficiale.


MIGLIOR COMEDY
• The Big Bang Theory – CBS
• Louie – FX
• The Middle – ABC
• New Girl – FOX
• Parks and Recreation – NBC
• Veep – HBO

MIGLIOR AATTORE IN UNA COMEDY
• Don Cheadle (House of Lies) – Showtime
• Louis C.K. (Louie) – FX
• Jake Johnson (New Girl) – FOX
• Jim Parsons (The Big Bang Theory) – CBS
• Adam Scott (Parks and Recreation) – NBC
• Jeremy Sisto (Suburgatory) – ABC

MIGLIOR ATTRICE IN UNA COMEDY
• Laura Dern (Enlightened) – HBO
• Zooey Deschanel (New Girl) – FOX
• Lena Dunham (Girls) – HBO
• Sutton Foster (Bunheads) – ABC Family
• Julia Louis-Dreyfus (Veep) – HBO
• Amy Poehler (Parks and Recreation) – NBC

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA COMEDY
• Max Greenfield (New Girl) – FOX
• Simon Helberg (The Big Bang Theory) – CBS
• Alex Karpovsky (Girls) – HBO
• Adam Pally (Happy Endings) – ABC
• Chris Pratt (Parks and Recreation) – NBC
• Danny Pudi (Community) – NBC

MIGLIOR ATTRICE NON POROTAGONISTA IN UNA COMEDY
• Carly Chaikin (Suburgatory) – ABC
• Kaley Cuoco (The Big Bang Theory) – CBS
• Sarah Hyland (Modern Family) – ABC
• Melissa Rauch (The Big Bang Theory) – CBS
• Eden Sher (The Middle) – ABC
• Casey Wilson (Happy Endings) – ABC

MIGLIOR INTERPRETE OSPITE IN UNA COMEDY
• Melissa Leo (Louie) – FX
• David Lynch (Louie) – FX
• Bob Newhart (The Big Bang Theory) – CBS
• Patton Oswalt (Parks and Recreation) – NBC
• Molly Shannon (Enlightened) – HBO
• Patrick Wilson (Girls) – HBO

MIGLIOR DRAMA
• The Americans – FX
• Breaking Bad – AMC
• Downton Abbey – PBS
• Game of Thrones – HBO
• The Good Wife – CBS
• Homeland – Showtime

MIGLIOR ATTORE IN UN DRAMA
• Bryan Cranston (Breaking Bad) – AMC
• Damian Lewis (Homeland) – Showtime
• Andrew Lincoln (The Walking Dead) – AMC
• Timothy Olyphant (Justified) – FX
• Matthew Rhys (The Americans) – FX
• Kevin Spacey (House of Cards) – Netflix

MIGLIOR ATTRICE IN UN DRAMA
• Claire Danes (Homeland) – Showtime
• Vera Farmiga (Bates Motel) – A&E
• Julianna Margulies (The Good Wife) – CBS
• Tatiana Maslany (Orphan Black) – BBC America
• Elisabeth Moss (Mad Men) – AMC
• Keri Russell (The Americans) – FX

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UN DRAMA
• Jonathan Banks (Breaking Bad) – AMC
• Nikolaj Coster-Waldau (Game of Thrones) – HBO
• Michael Cudlitz (Southland) – TNT
• Noah Emmerich (The Americans) – FX
• Walton Goggins (Justified) – FX
• Corey Stoll (House of Cards) – Netflix

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UN DRAMA SRIES
• Jennifer Carpenter (Dexter) – Showtime
• Emilia Clarke (Game of Thrones) – HBO
• Anna Gunn (Breaking Bad) – AMC
• Regina King (Southland) – TNT
• Monica Potter (Parenthood) – NBC
• Abigail Spencer (Rectify) – Sundance

MIGLIOR INTERPRETE OSPITE IN UN DRAMA
• Jim Beaver (Justified) – FX
• Jane Fonda (The Newsroom) – HBO
• Martha Plimpton (The Good Wife) – CBS
• Carrie Preston (The Good Wife) – CBS
• Diana Rigg (Game of Thrones) – HBO
• Jimmy Smits (Sons of Anarchy) – FX

MIGLIOR FILM O MINI-SERIE
• American Horror Story: Asylum – FX
• Behind the Candelabra – HBO
• The Crimson Petal and the White – Encore
• The Hour – BBC America
• Political Animals – USA
• Top of the Lake – Sundance

MIGLIOR ATTORE IN UN FILM O MINI-SERIE
• Benedict Cumberbatch (Parade’s End) – HBO
• Matt Damon (Behind the Candelabra) – HBO
• Michael Douglas (Behind the Candelabra) – HBO
• Toby Jones (The Girl) – HBO
• Al Pacino (Phil Spector) – HBO
• Dominic West (The Hour) – BBC America

MIGLIOR ATTRICE IN UN FILM O MINI-SERIE
• Angela Bassett (Betty & Coretta) – Lifetime
• Romola Garai (The Hour) – BBC America
• Rebecca Hall (Parade’s End) – HBO
• Jessica Lange (American Horror Story: Asylum) – FX
• Elisabeth Moss (Top of the Lake) – Sundance
• Sigourney Weaver (Political Animals) – USA

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UN FILM O MINI-SERIE
• James Cromwell (American Horror Story: Asylum) – FX
• Peter Mullan (Top of the Lake) – Sundance
• Zachary Quinto (American Horror Story: Asylum) – FX
• Sebastian Stan (Political Animals) – USA
• David Wenham (Top of the Lake) – Sundance
• Thomas M. Wright (Top of the Lake) – Sundance

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UN FILM O MINI-SERIE
• Ellen Burstyn (Political Animals) – USA
• Sienna Miller (The Girl) – HBO
• Sarah Paulson (American Horror Story: Asylum) – FX
• Lily Rabe (American Horror Story: Asylum) – FX
• Imelda Staunton (The Girl) – HBO
• Alfre Woodard (Steel Magnolias) – Lifetime

MIGLIOR REALITY
• Duck Dynasty – A&E
• The Moment – USA
• Pawn Stars – History Channel
• Push Girls – Sundance
• Small Town Security – AMC
• Wild Things with Dominic Monaghan – BBC America

MIGLIOR REALITY – COMPETIZIONE
• Chopped – Food Network
• Face Off – Syfy
• Shark Tank – ABC
• So You Think You Can Dance – FOX
• Survivor – CBS
• The Voice – NBC

MIGLIOR PRESENTATORE DI REALITY
• Tom Bergeron (Dancing With the Stars) – ABC
• Cat Deeley (So You Think You Can Dance) – FOX
• Gordon Ramsay (Hell’s Kitchen/Masterchef) – FOX
• RuPaul (RuPaul’s Drag Race) – Logo
• Ryan Seacrest (American Idol) – FOX
• Kurt Warner (The Moment) – USA

MIGLIOR TALK SHOW
• Conan – TBS
• The Daily Show with Jon Stewart – Comedy Central
• The Ellen DeGeneres Show – Warner Brothers Television Distribution
• Jimmy Kimmel Live! – ABC
• Late Night with Jimmy Fallon – NBC
• Marie – Hallmark Channel

MIGLIOR SERIE ANIMATA
• Adventure Time – Cartoon Network
• Archer – FX
• Phineas and Ferb – Disney Channel
• Regular Show – Cartoon Network
• The Simpsons – FOX
• Star Wars: The Clone Wars – Cartoon Network

 

mercoledì 22 maggio 2013

UPFRONTS 2013-2014 - FOX: WAYWARD PINES


Basato sul best-seller Pines di Blake Crouch, Wayward Pines è un thriller ambientato nell’omonima bucolica cittadina dove un agente dei servizi speciali di Seattle, Ethan Burke (Matt Dillon), viene inviato a investigare sulla sparizione di due agenti federali, Kate Hewson, sua ex-partner, che ha quasi distrutto il suo matrimonio, e il nuovo collega di lei Bill Evans. Arrivato in città però si accorge che qualcosa non va: non riesce a comunicare con il mondo estero e la sua carta di identità, telefono e denaro sono spariti. Sul sito ufficiale dicono: “Immagina la perfetta cittadina americana… bellissime case, prati curati, bambini che giocano in sicurezza sulla strada. Ora immagina di non potertene andare mai”.
Intanto a Seattle sua moglie Theresa riceve una chiamata da Adam Hassler, il capo di Ethan, che le comunica che il marito è scomparso. Insoddisfatti delle investigazioni, lei e il figlio Ben si mettono in cerca di lui.
Ideata e scritta da Chad Hodge (The Playboy Club, Runaway),  questa “serie evento” ha fra i produttori esecutivi M. Night Shymalan (Il sesto senso, Signs) e come tipo di atmosfere viene paragonata a Twin Peaks. Il debutto è previsto per l’estate del 2014.

UPFRONTS 2013-2014 - FOX: 24: LIVE ANOTHER DAY

 
Viene qualificato come “serie evento”  il ritorno di Jack Bauer (Kiefer Sutherland) in 24: Live Another Day, ambientata diversi anni dopo la chiusura degli eventi di 24, serie ideata da Joel Surnow e Robert Cochran che si è chiusa nel 2010.
Il debutto è previsto per l’estate del 2014 e i dettagli non sono ancora molti, ma si sa che le modalità narrative seguiranno il filo cronologico, ma che gli episodi saranno 12, quindi vi saranno delle omissioni temporali.

UPFRONTS 2013-2014 - FOX: MURDER POLICE

 
Murder Police è un cartone animato umoristico che segue le vicende di un nevrotico poliziotto, Manuel “Manny” Sanchez (Jason Ruiz), che aspira ad essere bravo, ma che con la sua inettitudine finisce sempre per mettere a rischio i suoi colleghi: il suo partner Tommy Margaretti (Will Sasso), arrogante e corrotto; Randall Hickox (Chi McBride, Pushing Dasies), un poliziotto lavativo che odia il suo lavoro; Justice (Jane Lynch, Glee) che lavora con il figlio piccolo perennemente imbracato intorno al petto; Donel, un poliziotto sotto copertura che finisce per fare cose di dubbia legalità; il capitano vecchia-scuola John Rushour (Peter Atencio), il capo di tutti loro, brusco e sovrappeso. L’ex-moglie di Manuel, Rosa (Justina Machado, Six Feet Under), è un’avvocato. È irritata da fatto che lui mette sempre il lavoro prima di lei., ma li lega il figlio Mario (Ruiz) più impressionato dai criminali che il padre cattura che da lui.
La serie, prevista per mid-season, è ideata da David A. Goodman (Family Guy) e Jason Ruiz.
 

martedì 21 maggio 2013

UPFRONTS 2013-2014 - FOX: US AND THEM

 
Basata su una amatissima sit-com della BBC ideata da James Corden e Ruth Jones intitolata Gavin & Stacey, Us and Them ha come protagonisti una giovane coppia: Gavin (Jason Ritter, Parenthood, The Event), è un copywriter farmaceutico dalla personalità alla Woody Allen che vive in un appartamento sotto i suoi genitori, Pam (Jane Kaczmarek, Malcom in the Middle), che teme di avere ormai gli anni migliori alle spalle, e Michael (Kurt Fuller, Psych), che a torto si ritiene la voce della ragione della famiglia. Stacey (Alexis Bledel, Gilmore Girls) è una impiegata di una tipografia che vive con la madre vedova, Gwen (Kerri Kenney), anche se a prendersi cura di loro c’è anche suo zio Brian (Michael Ian Black) . Per sei mesi Gavin e Stacey hanno flirtato online e ora hanno deciso di incontrarsi.
I due protagonisti vivranno la loro storia d’amore nonostante sia resa complicata dalla distanza geografica, dalle differenze culturali e dagli eccentrici familiari a amici che li circondano, prima di tutto Chris “Archie” Archuletta (Dustin Ybarra), un tipo assai vistoso, e Nessa (Ashlie Atkinson), diretta al punto di essere maleducata, che per sicurezza si portano dietro, rispettivamente, al primo appuntamento.  
È una commedia romantica single-camera adattata e scritta David J. Rosen. Debutterà in mid-season.
Sotto, il trailer.

lunedì 20 maggio 2013

UPFRONTS 2013-2014 - FOX: SURVIVING JACK

 
Ambientata negli anni ’90 nel sud della California, Surviving Jack, è una comedy basata sul best-seller autobiografico di Justin Halpern intitolato I Suck at Girls (“Con le ragazze faccio schifo”).
Dopo che la moglie Joanne torna a scuola per prendersi una laurea in legge, Jack Dunlevy (Christopher Meloni, Law and Order: SVU) , un oncologo con un passato nell’esercito, diventa per i suoi figli un padre a tempo pieno per la prima volta:  Frankie (Connor Buckley), che ha appena cominciato la scuola superiore, è cresciuto, è sveglio e comincia ad essere attratto dalle ragazze, e il padre è lì per guidarlo mentre diventa un uomo; Rachel (Claudia Lee), una bella diciassettenne molto brillante che è al terzo anno di liceo, Jack fatica a capirla e lei se ne approfitta. Oltre ai suoi figli, Jack butta un occhio anche sui loro amici, George (Kevin Hernandez) un messicano-americano molto sicuro di sé, e Mikey (Tyler Foden), un ragazzino che fa il duro che non ha una vera famiglia alle spalle.
È una commedia single-camera, il cui debutto è previsto per mid-season, ideata dallo stesso autore del libro, Halpern ($#*! My Dad Says) e da Patrick Schumacker. Fra i produttori esecutivi c’è Bill Lawrence (Scrubs).  
Sotto, il trailer.
 

UPFRONTS 2013-2014 - FOX: ENLISTED

 
In Enlisted tre fratelli sono arruolati nell’esercito e si trovano tutti e tre in una piccola base militare in Florida, circondati da un variegato gruppo di persone: il sergente Pete Hill (Geoff Stults, The Finder) era destinato a una brillante carriera, ma per un errore si trova ora a capo di un plotone che include i suoi due fratelli minori; il caporale Derrick Hill (Chris Lowell, Veronica Mars) è il sarcastico fratello di mezzo poco interessato a fare il soldato a cui piace combinare guai; il soldato semplice Randy Hill (Parker Young, Suburgatory) è iper-entusiasta, anche se un po’ pasticcione.
L’unita di cui fanno parte è la Rear Detachment (Rear D) composta da elementi non bravi a sufficienza da essere mandati a combattere, ma non tanto male da essere cacciati: il loro compito è prendersi cura delle famiglia di soldati impiegati all’estero. A comando del forte McGee c’è il sergente maggiore Donald Cody (Keith David), un uomo severo ma equo che aveva lavorato con il defunto padre dei tre fratelli. Un altro sergente nella stessa base è Jill Perez (Angelique Cabral).
È una commedia familiare di ambientazione militare, single-camera, ideata da Kevin Biegel (Cougar Town) e ha fra i produttori esecutivi Mike Royce (Men of a Certain Age).
Sotto il trailer – compaiono anche i militari italiani, ammirati per la loro avvenenza.

UPFRONTS 2013-2014 - FOX: DADS

 
In Dads, Eli (Seth Green, Buffy) e Warner (Giovanni Ribisi, My name is Earl) sono due trentenni di successo co-fondatori di un’impresa di videogame amici fin d’all’infanzia. Le loro vite sono piuttosto stabili – Warner è sposato con Camila (Vanessa Lachey); Eli non ha relazioni a lungo termine se non quella con la sua donna delle pulizie, Edna (Tonita Castro); entrambi hanno una eccellente assistente in Veronica (Brenda Song) - finché da loro non si trasferiscono i rispettivi padri, un po’ rompiscatole. Il padre di Warner, Crawford (Martin Mull), che si autodefinisce un uomo d’affari, è un tipo sempre ottimista che vive al di sopra dei suoi mezzi. Il padre di Eli, al contrario, David (Peter Riegert) è l’epitome della negatività, sempre di cattivo umore e in attesa della prossima grande delusione.  
È una commedia multicamera ideata da Alec Sulkin e Wellesley Wild (entrambi di Ted e Family Guy). Seth MacFarlane è fra i produttori esecutivi.