venerdì 12 ottobre 2012

PARTNERS: sit-com con battute trite

 
In Partners (sull'americana CBS), Joe (David Krumholtz, Numb3rs) e Louis (Michael Urie, Ugly Betty) sono due amici molto uniti fin dall’infanzia che lavorano insieme per uno studio di architettura: il primo è eterosessuale, e ha una storia con Ali (Sophia Bush, One Tree Hill), che lavora in un negozio di gioielli, che nonostante le titubanze iniziali ha intenzione di sposare; il secondo è omosessuale e ha una storia con Wyatt (Brandon Routh, Superman), un infermiere che Louis si ostina a dire che fa il medico. Ali e Wyatt son consapevoli però che loro non sono due coppie, ma tre, perché Joe e Louis sono molto legati.
Ispirato dalla vera storia di amicizia personale e professionale degli ideatori David Kohan e Max Mutchnick (Will & Grace), la sit-com è si nota che ha una base solida, ed è apprezzabile che si percorra il terreno sufficientemente poco battuto di un’amicizia al maschile fra straight e gay, ma le battute sono trite e si riescono ad immaginare in anticipo con troppa facilità, per cui il risultato è appena appena tiepido. La segretaria dei due, Ro-Ro (tracy Vilar), la classica ispanica da stereotipo, non aiuta.      

1 commento:

  1. sitcom troppo anni '90.
    guardabile ma ancor di più dimenticabile

    RispondiElimina